Industria 4.0 nel tessile: come la tecnologia può aiutare la competitività delle aziende

L’industria 4.0 nel tessile è una rivoluzione che sta cambiando il modo in cui le aziende tessili progettano, sviluppano e producono i loro prodotti e si interfacciano con i clienti. L’industria 4.0 si basa sull’utilizzo della tecnologia digitale per aumentare la produttività e la qualità dei prodotti e favorire una riduzione dei costi. Le aziende tessili stanno investendo in tecnologie avanzate, come l’IoT, l’intelligenza artificiale e la robotica, per migliorare la loro competitività, flessibilità ed efficienza. Grazie alle nuove tecnologie è infatti possibile garantire una gestione ottimale delle materie prime e di ogni fase del processo produttivo, dalla realizzazione fino alla consegna del prodotto finito. L’industria 4.0 nel tessile permette anche di monitorare i processi di produzione e fornire ai clienti informazioni real-time sullo stato dei loro ordini.

Ma cosa si intende, nello specifico, con industria 4.0 nel tessile? E quali possono essere i vantaggi per un’azienda? Scopriamolo insieme!

Che cos’è l’industria 4.0?

L’industria 4.0, nota anche come quarta rivoluzione industriale, è un termine che descrive la trasformazione in corso dell’industria manifatturiera, basata sull’utilizzo di tecnologie avanzate come l’intelligenza artificiale e la robotica, e sulla raccolta e analisi delle informazioni tramite processi di Learning Machine per migliorare la gestione del ciclo produttivo. L’industria 4.0 rappresenta una nuova era nella produzione, in cui le macchine sono in grado di comunicare tra loro e di interfacciarsi con gli esseri umani in modo sempre più fluido. Questo cambiamento sta trasformando il modo in cui le aziende producono e distribuiscono i loro prodotti, offrendo nuove opportunità per aumentare l’efficienza e la flessibilità. Le tecnologie che stanno guidando l’industria 4.0 sono in continua evoluzione, e i loro impatti sull’industria sono ancora in gran parte sconosciuti. Tuttavia, è chiaro che questa nuova era della produzione porterà profondi cambiamenti nei modelli di business e nei processi industriali, offrendo nuove sfide e opportunità per le aziende di tutto il mondo.

Come funziona l’industria 4.0?

Adottare nuove tecnologie 4.0 significa lavorare digitalizzando i processi e ripensare quindi il proprio modello di business. La trasformazione digitale non riguarda solo l’acquisto di nuovi macchinari o una revisione dei processi, ma anche un profondo cambiamento e miglioramento di tutti i processi aziendali. L’innnovazione tecnologica è necessaria anche per andare incontro alle crescenti richieste in termini di rispetto dell’ambiente e di una maggiore attenzione alla sostenibilità ambientale dei processi produttivi. Tra le principali tecnologie utilizzate nell’industria 4.0 ci sono:

  • intelligenza artificiale, cioè l’applicazione di algoritmi di machine learning nei processi aziendali, sia per quanto riguarda la produzione, sia per la gestione e manutenzione dei macchinari;
  • analisi dei dati, per andare incontro alle reali esigenze del mercato, definite in base ad un’accurata analisi scientifica;
  • tecnologie di stampa digitale per rendere i processi produttivi più efficienti e ridurre il consumo di risorse;
  • Internet of Things (IoT) per connettere tutti i comparti di un’azienda attraverso la rete e rendere la supply chain più sostenibile, ma anche per controllare e gestire la produzione, il magazzino e il parco macchine;
  • Cloud per consentire una gestione integrata dei vari dipartimenti e razionalizzare i flussi informativi migliorando e rendendo più sicura la condivisione delle informazioni all’interno dell’azienda;
  • Digital Finance per facilitare e rendere più rapida e immediata la gestione amministrativa integrata. Una gestione digitale della finanza aziendale è utile anche per controllare in modo preciso ed efficiente entrate e uscite, migliorando quindi i processi di lavoro.

Beschi e industria 4.0: l’innovazione digitale per migliorare l’efficienza produttiva

Beschi investe costantemente nell’innovazione digitale per offrire ai clienti un servizio sempre più efficiente, moderno e al passo coi tempi. Per questo l’azienda mette al centro l’industria 4.0, cioè una visione dell’azienda sempre più connessa, automatizzata e ottimizzata in termini di gestione, che sia in grado di unire la tradizione artigianale italiana con le più avanzate tecnologie, anche nell’ottica di una maggiore sostenibilità ambientale dell’industria tessile. A partire dal 2017 Beschi ha investito nel rinnovo del parco macchine e ad oggi il 70% delle presse è dotato di attrezzature di ultima generazione, con un conseguente miglioramento dell’efficienza produttiva.

L’azienda ha investito anche nella digitalizzazione interna, per informatizzare e interconnettere tutti i processi aziendali: dall’inserimento degli ordini di clienti e fornitori alla schedulazione del piano di lavoro, dal caricamento alla destinazione con data di consegna dei prodotti, fino alla vendita al cliente. Questo ha permesso di offrire ai clienti servizi più flessibili, veloci, puntuali e di maggiore qualità, con una notevole ottimizzazione dei costi e miglioramento della produzione.